Crostata di ricotta agrumata

DSC_0574firma

Per gli amanti dei sapori di una volta, una crostata soffice e profumata. Un classico adatto a tutte le occasioni, dalla colazione alla merenda dei bambini.
Anche se non è un dolce generalmente considerato “godurioso”, vi garantisco che piace proprio a tutti, anche, appunto, ai bambini. Vi dico solo che il mio, quando la preparo, ha un pensiero fisso: la crostata!

Ingredienti:

Per la frolla:
-250 g di farina
– 100 g di zucchero
– 1 pizzico di sale
– 1 limone, la scorza
– 125 g di burro
– 1 cucchiaino di lievito in polvere
– 1 uovo

Per il ripieno:
– 500 g di ricotta vaccina
– 70 g di zucchero
– 1 uovo piccolo
– 1 limone, la scorza
– 1/2 arancia, la scorza
– 1 mandarino, la scorza
– 1/2 fialetta di aroma al limone
– 1/2 fialetta di aroma all’arancia
– 1 pizzico di cannella

Procedimento:
1. Preparate la frolla mescolando, innanzitutto, la farina con lo zucchero. Unite anche il sale, la scorza di limone e il burro a pezzetti. Pizzicate con le dita fino a ridurre al minimo il burro: dovrete ottenere un composto sabbioso. Aggiungete il lievito e l’uovo e continuate ad impastare fino a che non sarà ben compatto ed omogeneo.
Avvolgete l’impasto nella pellicola o nella carta da forno e fatelo riposare in frigorifero per 30 min.

2. In una ciotola setacciate la ricotta e unite, poco alla volta e mescolando, tutti gli altri ingredienti. Il risultato sarà una crema alla ricotta corposa.

3. Servitevi della carta da forno e stendete la frolla fino ad uno spessore di circa 1/2 cm. Foderate, senza rimuovere la carta, una tortiera di circa 30 cm di diametro (se circolare). La crostata, nel suo aspetto finale, dovrà avere un’altezza di circa 2 cm.
Distribuitevi il ripieno di ricotta, livellandolo bene, e ritagliate dai bordi la pasta in eccesso. Dal resto dell’impasto ritagliate delle strisce e adagiatele sulla crostata incrociandole così da creare delle losanghe.

4. Infornate in forno preriscaldato a 180° per circa 45 minuti. Quando la crostata risulterà dorata sfornatela e lasciatela raffreddare. Cospargetela di zucchero a velo.

Tonia

Annunci

Cernia croccante al profumo di agrumi, erbe aromatiche e zenzero

DSC_0395dfirma

Avete ragione, ho dato a questa ricetta un nome troppo lungo. E’ che volevo fosse un “assaggio” esplicativo del suo contenuto: ogni suo ingrediente è prezioso, non mi sembrava giusto focalizzarmi su alcuni e tralasciarne altri.
Dunque, l’ingrediente principale è la cernia, un pesce non amato proprio da tutti e, spesso, proposto in modo piuttosto ripetitivo. Eppure, è così comodo per noi donne e mamme (perché in commercio lo si trova quasi sempre pulito e sfilettato) e facile da mangiare anche per i bambini piccoli (non ha spine ed è molto morbido, infatti al mio bambino piace molto)! Tuttavia, il segreto di questa ricetta è nella panatura, alquanto inconsueta: ho sostituito il solito pangrattato con la farina di mais (sì, proprio quella istantanea per fare la polenta) e ci ho aggiunto scorza d’arancia e di limone, delle erbe aromatiche e una grattugiata di zenzero. Quest’ultimo ingrediente è assolutamente opzionale, io lo avevo in casa e ho deciso di usarlo, dando quel tocco aromatico e piccante in più.
Il risultato è un filetto gustoso, leggermente croccante esternamente (grazie alla farina di mais) ma tenero al suo interno.

Ingredienti per 2/3 persone:
– 2 filetti di cernia
– 70 g di farina di mais (per polenta gialla istantanea)
– 1 limone, la scorza grattugiata
– 1/2 arancia, la scorza grattugiata
– 5 foglioline di salvia
– 2 foglioline di menta
– 1 rametto di rosmarino
– 2 g circa di zenzero (secondo i vostri gusti)
– Sale e pepe q.b.
– Olio extravergine d’oliva q.b.

Procedimento:
Prendete i vostri filetti, tagliateli a metà verticalmente, metteteli in un piatto e ungeteli con dell’olio, in modo da far aderire bene la panatura.

Metteteli da parte e dedicatevi alla panatura: tritate finemente le erbette e ponetele in un piatto o una ciotola abbastanza larga (lì andrete ad impanare il pesce); grattugiateci sopra il limone, l’arancia e lo zenzero (dopo averlo sbucciato); unite la polenta; salate, pepate e mescolate per amalgamare la panatura.

Riprendete i filetti e passateli nella panatura. Fatela aderire molto bene esercitando una leggera pressione su tutti i lati. Adagiateli su un piatto pulito e ben asciutto.

Scaldate un filo d’olio in una padella antiaderente, unite i filetti e irrorateli con un altro filo d’olio. Lasciateli cuocere dolcemente a fiamma piuttosto bassa e con il coperchio per 13 min circa, rigirandoli delicatamente un paio di volte (anche pressandoli lievemente con una spatola) e fino a che la panatura non sarà diventata dorata.

Tonia