Torta soffice all’arancia

torta arancia testo

E lo sapete che non resisto agli agrumi! Ma questa, ragazzi, è sicuramente una delle torte agrumate più irresistibili, profumate e soffici di sempre! Esagerata? Provatela e saprete dirmi se non è eccezionale.
Un impasto sofficissimo racchiude una semplice crema/gelatina all’arancia fatta solamente con zucchero, farina e succo d’arancia. Più genuina di così?

Ingredienti:
Per la torta:
– 3 uova a temperatura ambiente
– 180 g di zucchero
– Scorza e succo di un’arancia
– 60 ml di olio di semi
– 70 ml di latte
– 200 g di farina
– 50 g di fecola di patate
– 1 bustina di lievito in polvere

Per la crema:
– 90 g di zucchero
– 35 g di farina
– Succo di 2 arance

Procedimento:
1. Sbattere a lungo le uova con lo zucchero e la scorza d’arancia. Quando il composto sarà diventato corposo e chiaro, aggiungete l’olio, il latte e il succo d’arancia. Infine, unite la farina e il lievito, precedentemente mescolati insieme, e incorporateli al resto con l’aiuto di una spatola effettuando un movimento dal basso verso l’alto.

2. Versate l’impasto ottenuto in una tortiera del diametro di 24 o 26 cm precedentemente imburrata e infarinata e cuocete in forno caldo statico a 180° per 30-35 minuti.

3. Mentre la torta cuoce, preparate la crema. Unite lo zucchero alla farina in una ciotola e, a filo, il succo d’arancia mescolando con una frusta. Versate il tutto in un pentolino e mettete sul fuoco. Fate cuocere, mescolando, fino a che la crema non avrà raggiunto la giusta consistenza.

4. Sfornate la torta e lasciatela raffreddare. Una volta fredda, tagliatela a metà e farcitela con la crema all’arancia. Terminate con una bella spolverata di zucchero a velo.

Tonia

Crema al caffè espresso

Il caffè, ciò di cui proprio non potevo fare a meno, ciò che ai tempi dell’università mi teneva in piedi dopo notti insonni prima di un esame. Lo amavo profondamente. E, vivendo in una città che scandisce ogni momento della sua giornata con una “tazzulella ‘e cafè“, non poteva essere diversamente. Ogni scusa era buona per un caffè al volo.
Eppure, la gravidanza ha cambiato questa profonda relazione amorosa tra me ed il caffè. Si sa, le donne in stato interessante devono limitare al massimo il consumo di caffè e spesso, come nel mio caso, l’odore e il sapore del caffè le infastidisce proprio, così come tutti gli aromi intensi. Be’, un pizzico di questa repulsione nei confronti del caffè mi è rimasta  anche dopo la gravidanza. Ora che sono di nuovo incinta (ah, non ve l’avevo detto?? Vi chiedo venia, ora lo sapete, e sappiate anche che non manca molto al grande evento :)) è tornata prepotentemente. Ne bevo pochissimo nel caffellatte al mattino e, di rado, dopo pranzo. Risultato? Tantissimo caffè avanzato! Di tanto in tanto, sono costretta a preparare un tiramisù (e non che la cosa mi dispiaccia molto!), perché non amo torte e ciambelle al caffè. Per questo motivo, ero alla ricerca di una crema al caffè per farcire un rotolo, ma ciò che trovavo erano solo delle ricette che prevedevano caffè solubile.
Così, mi sono buttata e ho deciso di sperimentare questa buonissima crema al caffè espresso senza incorrere, però, nel problema “albumi da smaltire”. Infatti, la ricetta prevede 2 uova intere per una consistenza perfetta! Potete usarla per farcire torte, bignè, semifreddi, rotoli, per dolci al cucchiaio o direttamente al cucchiaio!

Ingredienti:
– 2 uova intere
– 130 g di zucchero
– 40 g di fecola
– 300 ml di latte (preferibilmente intero e fresco)
– 100 ml di caffè ristretto

Procedimento:
1. Mettete a bollire il latte.

2. Frattanto, montate le uova con lo zucchero. Poi, aggiungete anche la fecola.

3. Togliete il latte dal fuoco ed unite prima il caffè e poi il composto di uova. Rimettete sul fuoco e, mescolando accuratamente con una frusta, fate addensare. La vostra crema al caffè espresso è pronta!

Tonia

Crostatine al limone

crostatine firma

Considerate pure queste crostatine carine carine il riflesso delle mie preoccupazioni di madre. Quelle, intendo, legate all’alimentazione dei propri figli.
Spesso mi arrovello il cervello per offrire al mio piccolo un’alternativa valida a merendine confezionate, stuzzichini salati e ghiottonerie varie da mettere nello zaino. Sì, perché fino a che non sei madre puoi anche dire “non darò mai una merendina a mio figlio” o “non gli comprerò mai patatine”, ma quando poi lo diventi ti rendi conto di quanto mettere in pratica ciò sia difficile. E’ difficile perché una volta che quelle merendine le hanno assaggiate (anche solo a casa di un’amica, dalla vicina di casa, ecc.) le chiedono, ancor di più quando le vedono in mano agli amichetti dell’asilo e questo fa scattare l’interrogativo “perché loro sì ed io no?”. E’ difficile perché oltre ad essere tremendamente gustose e soffici sono anche maledettamente pratiche. Eh sì, perché a meno che non ti dedichi alla preparazione di ciambelle e dolci secchi (ai quali, però, lui preferirà sempre, stanne pur certa, una brioschina o un biscotto farcito, se non il classico panino/pancarrè con la Nutella), mangiare quel dolce umido e farcito preparato in casa sarà per lui un’impresa estremamente ardua! Se lo mangia in casa, quando ci sei tu a raccogliere tutto ciò che cade dalla sua bocca e dalle sue mani, è un conto, ma immagina un bambino di 3 anni che da solo mangia un pezzo di torta che cola crema, marmellata o altro dappertutto, o che si sbriciola ad ogni morso?! Ecco perché non è affatto facile.
Queste crostatine, perfette anche per i grandi, sono il giusto compromesso tra un dolce secco ed uno farcito. Inutile dirvi che anche mio figlio, come probabilmente il vostro, avrebbe preferito una farcitura a base di Nutella, ma a quel punto avrei evitato di sfiancarmi nel prepararle e gli avrei messo nello zainetto un bel pancarrè con la Nutella!

Ingredienti (per una diecina di crostatine)

Per la crema al limone:
– 150 ml di latte
– 1/ 2 limone, scorza grattugiata e succo
– 1 uovo piccolo
– 25 g di zucchero
– 15 g di maizena/amido di mais oppure fecola di patate

Per la frolla:
– 250 g di farina 00
– 100 g di zucchero
– 1/2 cucchiaino di lievito in polvere
– 1 limone, scorza grattugiata
– 1 pizzico di sale
– 100 g di margarina
– 1 uovo

Procedimento:
1. Cominciate col preparare la crema che dovrà avere il tempo di raffreddarsi. Mettete a bollire il latte con la scorza del limone (solo la parte gialla, mi raccomando, quella bianca conferirebbe un sapore troppo aspro alla crema) e nel frattempo sbattete l’uovo con lo zucchero e poi con la maizena. Quando il latte inizia a bollire, versate questo composto nel latte e lasciate che la crema si rapprenda, mescolando velocemente con una frusta. Una volta che la crema si è addensata, aggiungete il succo di limone. Lasciate raffreddare la crema coperta con della pellicola a contatto.

2. Preparate la frolla mettendo in una ciotola, innanzitutto, la farina, lo zucchero, il lievito e la scorza di limone. Date una mescolata e aggiungete il sale (è bene che quest’ultimo non stia a diretto contatto col lievito). Successivamente, unite il burro a pezzi e “pizzicatelo” fino a che non avrà assorbito completamente le polveri. Infine, aggiungete a questo composto sabbioso l’uovo ed impastate fino ad ottenere un impasto omogeneo. Lasciate riposare in frigorifero per una ventina di minuti.

3. Riprendete l’impasto e stendetelo piuttosto sottile usando come base un foglio di carta forno e aiutandovi con della farina. Foderate gli stampini che avete a disposizione (perfetti, chiaramente, sarebbero quelli specifici da crostatina, ma io, per esempio, ho usato quelli in alluminio per muffin e le crostatine sono risultate solo un po’ più piccole ma esteticamente accettabili lo stesso) con uno strato di frolla, farcitela con la crema e formate il classico reticolato servendovi di una rotella. Create anche un bordo e schiacciatelo con i rebbi di una forchetta.
*Per regolarvi sulla quantità di crema da usare per ciascuna crostatina, vi consiglio di foderare più stampini, poi mettere un paio di cucchiaiate di crema per ognuno e continuare in questo modo fino a che la crema non sarò terminata. Solo dopo, ultimate le singole crostatine con reticolato e bordo. Se vi avanzerà un po’ di pasta frolla, fatene dei biscottini!

4. Infornate le crostatine in forno caldo a 180° C per 35-40 min, fino a che non risulteranno belle dorate. Buona merenda!

Tonia

Torta al cacao dal cuore tenero

nua cacao firma

La torta di oggi è una rivisitazione della, a quanto pare molto nota, “torta nua”. Si tratta di una torta simil margherita al cui impasto si aggiunge della crema pasticcera prima di essere cotta. In cottura, per effetto della lievitazione dell’impasto, la crema tende a scendere e questo fa sì che questo morbido ripieno resti solo in parte visibile agli occhi…solo dopo aver tagliato la prima fetta è possibile scoprire questa golosa farcitura!
Ebbene, io l’ho assaggiata per la prima volta domenica (devo ammettere che neppure ne avevo mai sentito parlare) quando a prepararla è stata la bravissima pasticciera Claudia, cara amica dei miei genitori. Mi ha subito incuriosita, l’ho apprezzata molto e ho pensato immediatamente a come rivisitarla! La mia versione prevede un impasto al cacao al quale si aggiunge, oltre alla crema, qualche bella cucchiaiata di Nutella! Evvai con le calorie! 🙂

Ingredienti:
Per la crema:
– 300 ml di latte
– 1 uovo piccolo (o, se piuttosto grande, solo il tuorlo)
– 75 g di zucchero
– 40 g di farina 00
– 1/2 stecca di vaniglia (oppure una bustina di vanillina)

Per l’impasto:
– 4 uova
– 230 g di zucchero
– 120 ml di olio di semi
– 100 ml di latte
– 1 pizzico di sale
– 300 g di farina 00
– 30 g di cacao amaro
– 1 bustina di lievito in polvere

– Qualche cucchiaiata di Nutella

Procedimento:
1. Cominciate col preparare la crema. Mettete a bollire il latte con la vaniglia (o, in alternativa, con la vanillina). Nel frattempo, montate l’uovo con lo zucchero e poi aggiungete anche la farina. Non appena il latte inizia a bollire, rimuovete la vaniglia e unite il composto di uova zucchero e farina. Mescolate velocemente con una frusta e tenete la crema sul fuoco (sempre mescolando) fino a che non sarà diventata bella densa. Una volta pronta, trasferitela in una ciotola, copritela con della pellicola a contatto e lasciate che si raffreddi.

2. Passate all’impasto iniziando col montare le uova insieme allo zucchero fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso. Unite l’olio a filo, poi il latte e il pizzico di sale. A questo punto, aggiungete le farine (farina, cacao e lievito) setacciandole insieme e mescolando. Versate l’impasto in una tortiera di 24/26 cm di diametro.

3. Servendovi di un cucchiaio, versate la crema preparata sull’impasto a mucchietti.

DSC_1325

Poi, fate la stessa cosa con la Nutella. Riguardo alle quantità, seguite i vostri gusti, ma vi consiglio di non esagerare.

DSC_1327

La torta è pronta per essere infornata. Cuocetela in forno preriscaldato statico a 180° C per 45 min. circa.

Tonia

Girelle di pan brioche crema e cioccolato

girelle firma

Sono tornata alla base! Dopo più di due mesi trascorsi nella “dimora estiva”, sono tornata in quella abituale, con tante idee nella testa ma ancora alla ricerca di un po’ di tempo per poterle realizzare. Non appena Andrea ricomincerà  l’asilo riprenderò a pieno ritmo!

E’ vero, sono tornata a casa, ma lasciare un posto nel quale hai trascorso molto tempo e la stagione estiva e, per di più, il luogo in cui sei nata e hai vissuto quasi 30 anni…lascia sempre un po’ di malinconia. Tanta voglia di riprendere il solito tran tran, eppure tanta nostalgia. Per colmarla, sono corsa subito a preparare qualcosa di dolce! Ecco perché oggi vi presento delle soffici girelle di pan brioche farcite con crema e gocce di cioccolato. Per renderle ancora più golose, vi consiglio di aggiungere anche della nutella, così che il risveglio sarà ancora più dolce!

Ingredienti

Per l’impasto:
– 120 ml di latte
– 10/12 g di lievito fresco o mezza bustina di quello secco
– 50 g di zucchero
– 270  g di farina (preferibilmente Manitoba)
– 60 g di burro
– 1 uovo
– 1 pizzico di sale

Per la crema:
– 250 ml di latte
– 60 g di zucchero
– 1 uovo
– 30 g di maizena (amido di mais)
– 1 pizzico di sale
– Scorza grattugiata di limone o vanillina

– Nutella q.b.
– Gocce di cioccolato q.b.

Procedimento:
1. Intiepidite leggermente il latte, aggiungeteci lo zucchero e scioglieteci il lievito. Versate il composto in un’impastatrice o nel Bimby e unite tutti gli altri ingredienti previsti per l’impasto. Impastate per 5 min. circa (nel Bimby: 5 min. vel spiga) e trasferite l’impasto in una ciotola infarinata. Coprite la ciotola con della pellicola o uno strofinaccio pulito e lasciate lievitare al riparo da correnti d’aria (nel forno, anche leggermente riscaldato e spento, va benissimo) per due ore, fino a che non risulti raddoppiato.

2. Preparate la crema mettendo a bollire il latte aromatizzato con la scorza di limone o la vanillina in un pentolino. Nel frattempo, lavorate con una frusta o uno sbattitore elettrico l’uovo con lo zucchero e, successivamente, con la maizena e il sale. Non appena il latte comincia a bollire, versateci dentro il composto di uova, zucchero e maizena e mescolate con una frusta. Lasciate cuocere, continuando sempre a mescolare, fino a che non avrà raggiunto la giusta consistenza. Nel Bimby: tutti gli ingredienti insieme, 8 min., 90 °, vel. 3-4. Prolungate la cottura se necessario.
Mettete la crema da parte a raffreddare.

3. Riprendete l’impasto e stendetelo con un matterello usando come base un foglio di carta da forno infarinato. Formate un rettangolo dello spessore di 1 cm circa. Coprite l’impasto con uno strato di nutella leggermente riscaldata in microonde affinché risulti più fluida, poi con uno strato di crema (tutta quella preparata) ed infine con uno di gocce di cioccolato. A questo punto arrotolate dal lato più lungo aiutandovi con la carta forno e poi “affettate” questo bello involtone a pezzi dello spessore di 2-2,5 cm. Sistemate ogni girella su una teglia ricoperta di carta da forno e lasciatele lievitare per un’altra ora.

3. Trascorso il tempo, cuocete in forno preriscaldato statico a 180° per 15-20 min.

Queste girelle sono ottime ancora calde, ecco perché vi consiglio di riscaldarle leggermente nei giorni successivi prima di gustarle.

Tonia

Crostata stracciatella al profumo d’arancia

DSC_0441firma2

L’ispirazione è nata da un tradizionale dolce italiano, la “torta della nonna”, un guscio di pasta frolla che racchiude una golosa crema pasticcera. Adorando la crema pasticcera, non potrei non amare questo dolce e, per questo, lo preparo molto spesso.
Mi piaceva l’idea di reinterpretarlo e, nel farlo, accontentare anche mio figlio che mi chiede da tre giorni una crostata alla Nutella!
Pertanto, la mia rivisitazione prevede una frolla profumata all’arancia, un primo strato di Nutella ed un secondo di crema (un po’ più leggera della pasticcera), anch’essa aromatizzata all’arancia, con gocce di cioccolato. Certo, nella mia testa le gocce sarebbero state ben visibili…ovviamente, trascuravo l’effetto della cottura su di esse!
Il risultato è stato una crostata davvero squisita. Unica pecca? Il mio raffreddore!

Ingredienti:

Per la frolla:
– 300 g di farina
– 1 pizzico di sale
– 100 g di zucchero
– 1 arancia, la scorza
– 1/2 bustina di lievito in polvere
– 75 g di burro
– 75 g di margarina
– 1 uovo

Per la crema:
– 400 ml di latte (preferibilmente fresco e intero)
– 100 g di zucchero
– 1/2 arancia, la scorza
– 1 uovo intero
– 1 tuorlo
– 40 g di farina
– 1/2 fialetta di essenza all’arancia
– 20 g di gocce di cioccolato

-150 g di Nutella
– Zucchero a velo, q.b.

Procedimento:
Iniziate col preparare la crema pasticcera che dovrà essere fredda prima di aggiungerci le gocce di cioccolato.
Mettete, dunque, sul fuoco il latte. Nel mentre, sbattete con una frusta lo zucchero, la scorza d’arancia e le uova fino ad ottenere un composto spumoso. Unite anche la farina e l’essenza all’arancia e continuate a mescolare energicamente.
Quando il latte è vicino al bollore, versate il composto nel tegame e fate cuocere, continuando a mescolare, fino a che non avrete ottenuto una crema densa.
Versate la crema in una ciotola, copritela con la pellicola a contatto e lasciatela raffreddare.

Preparate la pasta frolla mescolando in una ciotola la farina, il sale, lo zucchero e il lievito.
Unite il burro e la margarina a pezzi e lavorate con le mani fino a che le “farine” non avranno assorbito completamente i “grassi”. Il risultato sarà un composto sabbioso.
A questo punto, aggiungete l’uovo ed impastate bene.
Avvolgete l’impasto nella pellicola e fatelo riposare un quarto d’ora in frigorifero.

Aggiungete le gocce di cioccolato alla crema e tenete da parte.
Riprendete la pasta frolla e prelevatene i 2/3. Stendetelo, sopra un foglio di carta da formo per aiutarvi, formate un primo disco e rivestite lo stampo (senza togliere la carta da forno) tenendo i bordi piuttosto alti.
Ammorbidite la Nutella nel microonde e spalmatela sul fondo di frolla.
Sopra alla Nutella versate tutta la crema e terminate con un ultimo disco di pasta. Quest’ultima operazione è un po’ delicata, vi suggerisco di procedere in questo modo: stendete la frolla su un altro foglio di carta forno infarinando entrambi i lati di tanto in tanto; avvicinate la tortiera alla pasta stesa, capovolgete quest’ultima velocemente sulla crostata, facendo attenzione a centrarla in modo da ricoprirla completamente, e rimuovete la carta forno.
Sigillate bene i bordi.

Infornate a 180° (forno statico) per 35 min.

Una sfornata, lasciatela raffreddare e poi spolverizzatela con lo zucchero a velo.

Tonia