Cheesecake alle fragole

cheesc fragole testo

Ma quanto adoro le cheesecakes? E’ una tipologia di dolce che ho cominciato a sperimentare solo da qualche anno, ma da allora non ho più smesso di provarne di sempre nuove. E questo è l’aspetto più sorprendente delle cheesecakes: partendo dalla stessa base si può dar vita a dolci sempre diversi. E poi, sono fresche (io amo la versione fredda senza cottura), cremose e non troppo pesanti…per lo meno al palato! Ecco perché, secondo me, sono perfette a fine pasto, anche per terminare un pasto importante, soprattutto quelle che, come questa, sono realizzate con della frutta. Siete d’accordo con me?
Vi avverto, però: assolutamente bandita se siete a dieta…la tentazione, vi garantisco, sarebbe troppo forte!

Ingredienti

Per la base:
– 200 g di biscotti secchi
– 100 g di burro fuso

Per la crema e la copertura:
– 350 g di fragole
– 60 g di zucchero semolato

– 12 g di gelatina in fogli (anche detta “colla di pesce”)
– 200 ml di panna da montare
– 250 g di mascarpone
– 200 g di formaggio fresco spalmabile
– 150 g di zucchero a velo
– 1/2 limone, il succo
– 2  cucchiai di limoncello

Procedimento:
1. Tritate i biscotti, metteteli in una ciotola e unite il burro fuso. Mescolate fino ad ottenere un composto omogeneo, anche se “sbricioloso”. Tagliate un disco di carta da forno delle dimensioni del vostro stampo a cerniera e posizionatelo sulla base dello stesso. Trasferite il composto di biscotti e burro nella tortiera, sopra al disco di carta da forno, e schiacciatelo con le dita in modo da avere uno strato uniforme e ben livellato. Ponete in frigo.

2. Lasciate i fogli di gelatina in ammollo in acqua fredda per almeno 10 min.

3. Nel frattempo, tagliate le fragole a pezzetti non troppo piccoli e mettetele in un pentolino insieme ai 60 g di zucchero semolato. Mettete sul fuoco e lasciate cuocere per qualche minuto fino a che lo zucchero non si sarà completamente sciolto. Frullate il tutto con un frullatore a immersione, ma fatelo velocemente, senza tritare troppo, dovrà intravedersi qualche piccolo pezzo di fragola. Mettete da parte.

4. Montate la panna e tenetela da parte. A parte, lavorate con lo stesso sbattitore il mascarpone, il formaggio, lo zucchero a velo e il succo di limone. Aggiungete al composto ottenuto la panna e meno della metà della purea di fragole.

5. Mettete sul fuoco i due cucchiai di limoncello e scioglieteci dentro i fogli di gelatina ben strizzati. Dopo averla fatta raffreddare, prelevate un cucchiaio di questa gelatina ed unitela alla purea di fragole rimasta.
Aggiungete la restante gelatina, poi, alla crema al formaggio. Mescolate bene.

6. Versate la crema sulla base di biscotti, livellatela bene e poi ricopritela con la purea di fragole tenuta da parte. Conservate la vostra cheescake alle fragole in frigo per qualche ora prima di servirla.

Tonia

Annunci

Bicchieri di tiramisù fragole e cioccolato

DSC_0705firma

 

Un dessert fresco e primaverile. Nondimeno, un dessert di riciclo…di quale riciclo sto parlando? Ma ancora di quello del cioccolato delle uova di Pasqua! Lo so, anche voi ne avete ancora. Cosa aspettate? Le fragole abbondano e il cioccolato rischia di liquefarsi!
E’ chiaro che potete realizzare questa ricetta anche in un contenitore da tiramisù, come un classico tiramisù, ma l’idea del bicchiere monoporzione è senza dubbio più carina.

Ingredienti per 6-7 bicchieri (dipende dalle dimensioni del bicchiere):
– 250 gr di fragole
– 200 ml di succo d’arancia (puro, spremuta d’arancia)
– 1/2 limone, il succo
– 20 gr di zucchero
– 2 uova intere
– 3 cucchiai di zucchero
– 250 gr di mascarpone
– 120 gr circa (potete anche abbondare) di cioccolato al latte o fondente
– 200 gr di savoiardi

Procedimento:
1. Tagliate 1/3 delle fragole e mettetele a macerare per 15 min. nel succo d’arancia, in quello di limone e aggiungete i 20 gr di zucchero. Poi, frullate il tutto finemente: questo succo-purea sarà la bagna per i vostri savoiardi.

2. Preparate la crema al mascarpone montando le uova con lo zucchero fino ad ottenere una crema chiara e spumosa; successivamente unitevi il mascarpone, che avrete precedentemente lavorato per ammorbidirlo, e incorporate delicatamente dal basso all’alto per non far smontare il composto.

3. Tritate il cioccolato grossolanamente al coltello e riducete le fragole rimaste a pezzetti, tenendone da parte qualcuna per la decorazione.

4. Assemblate il tiramisù:  armatevi di tasca da pasticciere e fate un primo strato di crema al mascarpone, uno di cioccolato e fragole a pezzetti ed uno di savoiardi inzuppati nel succo di fragole e arance. Continuate così fino ad esaurimento degli ingredienti. Non fate più di due strati di savoiardi per bicchiere e terminate sempre con uno di crema al mascarpone, cioccolato e fragole.

Tonia

Torta mimosa

DSC_0523firma

In ritardo come sempre? E’ vero, ma chi l’ha detto che la torta mimosa va mangiata solo il giorno della festa della donna? Io la trovo perfetta come dolce domenicale! D’altronde, altro non è che un pan di Spagna con crema chantilly all’italiana.

In Italia, la mimosa divenne il fiore simbolo della festa della donna nel 1946, quando le femministe italiane dell’UDI (Unione Donne Italiane), organizzando la prima Festa della Donna del dopoguerra, decisero di colorare l’evento con un tocco floreale e scelsero la mimosa, che fiorisce a Marzo ed era un fiore a buon mercato. Quanto alla torta, essendo un fiore velenoso, la mimosa non poteva essere utilizzata come ingrediente, così si scelse di riprodurne le sembianze con un pan di Spagna molto giallo ricoperto da altro pan di Spagna tagliato a pezzetti.

Ho provato la ricetta del mitico Sal De Riso e, nonostante sia facilmente reperibile sul web, ho deciso di postarvela sul mio blog per inserire delle piccole annotazioni scaturite dalla mia esperienza con questa ricetta. Spero vi siano utili qualora vogliate realizzarla.
Ho personalizzato la ricetta con l’aggiunta di fragole in pezzi tra uno strato e l’altra. BUONISSIMA!

Ingredienti:

Per il Pan di Spagna:
-4 uova a temperatura ambiente
-8 tuorli a temperatura ambiente
-220 g di zucchero
-200 g di farina 00
-40 gr di fecola di patate

Per la bagna al limoncello:
-300 gr di acqua
-150 gr di zucchero
– 1 limone, la scorza
– Limoncello q.b.

Per la crema chantilly al limone:
– 400 g di latte
– 100 g di limoncello
– 2 uova
– 150 g di zucchero
– 80 g di farina
– 1 limone, la scorza
– 200 g di panna

– 130 g di fragole mondate, lavate e tagliate a pezzettini

Procedimento:
1. Montate le uova intere con lo zucchero e successivamente aggiungete i tuorli. Continuate a montare, il composto dovrà essere spumoso e abbastanza chiaro.
Incorporate la farina e la fecola setacciati insieme.Trasferite il composto in due tortiere imburrate e infarinate, io ne ho usata una da 26 cm di diametro ed una da 22 cm. Infornate a 180°, forno statico, per 30 minuti circa il primo pan di Spagna, per 20 minuti circa il secondo. Trascorso il tempo, fate sempre la prova dello stecchino.
La ricetta di Sal prevedeva due tortiere della stessa dimensione, ma, innanzitutto io non le avevo, e poi, dal momento uno dei due pan di spagna è usato solo per coprire interamente la torta, mi sembrava di “sprecarne” troppo. Pertanto, ho usato il pan di spagna più grande per la base, quello più piccolo per ricoprire di quadratini “mimosa” la torta.

2. Preparate la crema chantilly al limone mettendo sul fuoco il latte. Fatelo bollire con la buccia del limone ed il limoncello. Montate le uova con lo zucchero e la farina setacciata. Quando il latte inizia a bollire, eliminate la scorza del limone ed aggiungete il il composto di uova. Mescolate e fate cuocere fino a che la crema non risulti densa. Lasciate raffreddare coprendo con della pellicola “a contatto”, cioè facendola aderire alla superficie della crema. Ciò impedirà il formarsi della fastidiosa pellicina.
Montate la panna e incorporatela alla crema fredda.

3. Passate alla bagna facendo bollire l’acqua con lo zucchero e la scorza di limone. Solo dopo, quando la bagna si è raffreddata, aggiungete il limoncello, mescolate. Se volete la bagna non alcolica versate il limoncello prima, con tutti gli altri ingredienti.
Vi consiglio di ridurre notevolmente le quantità della bagna, a me ne è rimasta parecchia, nonostante la torta sia venuta bagnata bene e per niente asciutta.

4.Prendete il pan di spagna più grande e capovolgetelo. Tagliatelo in tre parti in modo da ottenere tre dischi.
Assemblate la torta bagnando il primo disco di pan di spagna (quello che inizialmente era la superficie) con la bagna. Farcite con la crema e le fragole a pezzetti. Fate la stessa cosa con quello successivo e terminate con l’ultimo disco, bagnatelo e ricoprite tutta la torta con la rimanente crema.

5.  Eliminate tutta la “crosta”, la parte marroncina, dall’altro pan di spagna. Tagliatelo a cubettini e ricopriteci interamente la torta, esercitando una lieve pressione per farli aderire bene.
Completate con una spolverata di zucchero a velo.

Grazie, Sal! E buona festa della donna,

Tonia