Calamarata pesce spada e melanzane

pasta-spade-e-mel-firma

Oggi sono qui davanti al mio pc sola. Sì, SOLA! Stento a crederci.
I piccoli sono fuori con i nonni e staranno via tutto il pomeriggio. Yu uuuuuhh!! Ne approfitto per fare tutto ciò che rimando da tempo: cambio di stagione, pulizia dei balconi, stesura di più articoli arretrati, anzi, arretratissimi, sul blog.
Ed invece…senza quei due rompiscatole mi sento smarrita e in preda all’ansia: cosa staranno facendo? staranno bene? mi cercheranno?
Ecco, sono già le 18:00 passate e non ho fatto niente, o quasi, di quello che mi ero prefissata di fare. Dovevo pure uscire per andare al supermercato e gironzolare spensierata a passo di lumaca tra gli scaffali. Accidenti, sono in ritardo come sempre! E di articoli ne riuscirò a postare al massimo uno! Aaaargh!

Nei prossimi giorni spero di riuscire a postarvi qualche ricetta dolce, oggi, in questi minuti che ho a disposizione, vi spiego come fare un primo piatto gustoso e allo stesso tempo veloce e semplice da realizzare. Di certo non l’ho inventata io, se non sbaglio è piuttosto diffusa in Sicilia (perdonatemi ma non ho il tempo di approfondire), ma questa è la MIA pasta con pesce spada e melanzane. Io adoro la calamarata con il pesce, ma, se volete, potete sostituire questo formato con dei paccheri.

Ingredienti per 4 persone:
– Olio di semi di arachide q.b.
– 180 g di melanzane
– 1 spicchio d’aglio
– Olio extravergine d’oliva q.b.
– 250 g di pesce spada
– Vino bianco q.b.
– 250 g di pomodorini pachino
– Menta q.b. oppure basilico
-Sale q.b.

– 380 g di pasta fresca del tipo calamarata

Procedimento:
1. Tagliate le melanzane a cubetti piuttosto piccoli e friggetele in abbondante olio di semi di arachide fino a doratura raggiunta. Scolatele su carta assorbente e tenetele da parte.

2. In una padella capiente (dovrà contenere tutto il condimento e anche la pasta), fate soffriggere l’aglio nell’olio extravergine d’oliva. Aggiungete il pesce spada, anch’esso tagliato a cubetti, e lasciatelo cuocere qualche minuto. Sfumate con del vino bianco e fatelo evaporare. Unite anche i pomodorini tagliati in 4 ed il basilico. Salate, aggiungete un goccio d’acqua e proseguite la cottura per una diecina di minuti.

3. Nel frattempo lessate la pasta in abbondante acqua salata. Scolatela al dente, conservando l’acqua di cottura, e tuffatela nel condimento. Continuate la cottura per qualche minuto mantecando con un mestolo di acqua di cottura. Spegnete il fuoco e aggiungete anche le melanzane fritte. Mescolate, impiattate e servite subito.

Tonia

Polpette di melanzane filanti al profumo di menta

DSC_0738firma

Ricetta improvvisata, foto improvvisata. Sapete che mi piace prestare attenzione alla presentazione dei miei piatti, ma quando hai famiglia che reclama la “pappa” e sei, per di più, in ritardissimo…diventa molto difficile dedicare del tempo all’impiattamento e alla fotografia!
Solo che il risultato di questa ideuzza last minute è stato sorprendentemente appetitoso e non potevo non postarvelo! Rimpiango solo di non aver  fatto più polpette, ne avrei mangiate a iosa!
Diciamo che la classica polpetta di melanzane risulta reinterpretata con l’introduzione del cuore filante e della menta al posto del prezzemolo.
Potete cuocerle anche al forno, saranno altrettanto gustose (ma sicuramente non così croccanti!).Provatele, ne vale davvero la pena!

Ingredienti per 2 persone:
– 300 gr di melanzane mondate
– 50 gr di pane raffermo
– 25 gr di Parmigiano grattugiato
– 20 gr di pecorino grattugiato
– 1 uovo piccolo
– 4 foglioline di menta fresca (o, in alternativa, essiccata)
– Scamorza passita a cubetti q.b. (uno a polpetta)
– Sale q.b.
– Pangrattato q.b.
– Olio di semi per la frittura q.b.

Procedimento:
1. Pulite le melanzane privandole delle estremità e della buccia. Tagliatele a dadini e sbollentatele per 5 min in acqua bollente.

2. Nel frattempo, tagliate il pane raffermo a tocchetti e frullatelo nel mixer. Mettetelo da parte.

3. Ora scolate le melanzane, strizzatele con le mani e frullatele nel mixer fino ad ottenere una purea. Unite il pane raffermo tritato, i formaggi, l’uovo, la menta e un pizzico di sale.

4 Quando tutti gli ingredienti saranno ben amalgamati, formate delle polpettine e, premendo con la punta dell’indice destro al centro di esse, formate un incavo dove posizionerete un cubetto di scamorza. Richiudete ciascuna polpettine e passatela molto bene nel pangrattato.

5. Friggete le polpettine in abbondante olio di semi e servitele ben calde.

Il cuore filante e il profumo della menta vi sorprenderanno!
Tonia

 

 

Frittata stracchino e menta

DSC_0510firma

In termini di preparazione, la cosa più semplice del mondo: la frittata!
Ma questa non è una frittata qualsiasi. Pensate, basta un po’ di stracchino (potete provare anche con della certosa o con della ricotta) e qualche foglia di menta fresca per trasformare la solita frittata in un capolavoro!

Ingredienti per 3/4 persone:
– 4 uova
– 100 g di stracchino
– 100 g di Parmigiano Reggiano grattugiato
– Una bella manciata di menta fresca
– Sale e pepe q.b.

Preparazione:
1. Sbattete le uova in una terrina servendovi di una frusta.

2. Aggiungete lo stracchino, dopo averlo schiacciato leggermente con una forchetta, il Parmigiano, le foglioline di menta lavate e tagliuzzate (anche grossolanamente), il sale e il pepe. Mescolate energicamente fino a che tutto non risulti ben amalgamato.

3. Versate il composto ottenuto in una padella unta con l’olio e molto calda (verificatene la temperatura con qualche goccia di uovo sbattuto).

4. Quando la frittata comincia a rapprendersi, scuotete leggermente la padella per staccarla, e, quando si sarà rappresa da un lato, con un movimento rapido e deciso giratela e fatela rassodare anche dall’altro lato.

5. Spostate la frittata su un piatto da portata e servitela tiepida.

Tonia