Polpette di merluzzo

polpette merluzzo (1)I bambini e il cibo, un rapporto complicato. Alcuni mangiano pochissimo e come per farti un piacere, altri di gusto e anche troppo. Altri ancora vanno a periodi. In ogni caso, l’alimentazione del proprio figlio è sempre (o quasi) un tormento per un genitore!
Ebbene, queste belle polpettine sono perfette per i bambini, soprattutto per quelli che, di fronte ad un filetto di pesce, storcono il naso. Se il problema vi riguarda, provate a prepararle per loro. Sono gustose, sfiziose e, soprattutto, sane! Se poi fate come me e le infilzate anche in uno stecco da spiedino, il gioco per loro sarà ancora più divertente. Il mio se l’è spazzolate in due secondi!
Ma bambini a parte, anche per gli adulti sono un secondo appetitoso e diverso per gustare del merluzzo.

Ingredienti (per circa 16 polpettine):
– 150 g di merluzzo, fresco (bollito e accuratamente privato delle lische e di qualsiasi spina) o anche surgelato
– 2 fette di pancarré (o l’equivalente di pane raffermo)
– Latte q.b.
– 1 uovo
– Sale q.b.
– Prezzemolo q.b.
– Erba cipollina q.b.
– Uovo e pangrattato per la panatura q.b.
– Olio di semi d’arachide per la frittura q.b.

Procedimento:
1. All’interno di una ciotola schiacciate, con la forchetta prima e con le dita poi, il merluzzo, fino a ridurlo in poltiglia. Se usate del merluzzo fresco, questa operazione vi consentirà di rimuovere ogni eventuale spina rimasta.

2. Ammollate il pancarré nel latte e, dopo averlo strizzato ben bene, aggiungetelo al pesce. Unite anche l’uovo, il sale, un ciuffetto di prezzemolo finemente tritato e un pizzico (se essiccata) di erba cipollina. Dopo aver mescolato bene, dovrete ottenere un impasto lavorabile, appiccicoso ma non troppo. Qualora dovesse risultare troppo morbido da non riuscire a fare delle palline, aggiungete un po’ di pangrattato.

3. Formate le polpette e passatele prima nell’uovo e poi nel pangrattato.

4. Friggetele in abbondante olio di semi e fatele scolare su un foglio di carta assorbente. Servitele tiepide accompagnate da una insalata.

Tonia

Annunci

Polpette di pane al pomodoro

DSC_0821firma

Non so voi, ma in casa ho sempre qualche fetta di pane avanzato dai giorni precedenti. In questi casi, o lo trasferisco quasi subito in un sacchetto di carta  per farlo essiccare e farne del pangrattato (be’, sapete che in uno di plastica ammuffirebbe dopo qualche giorno), oppure ne faccio delle polpette. Se ne possono fare di tanti tipi, ma in queste il pane è l’ingrediente principale. Occorrono pochissimi ingredienti per realizzarle, tutti molto economici e, dunque, mi verrebbe da dire che sono le polpette “dei poveri” oltre che delle polpette di riciclo.
Inoltre, sono molto sbrigative e con il loro sugo potete tranquillamente condirci la pasta (io faccio sempre così). Ed ecco che in un colpo solo avete preparato un primo ed un secondo!
Se, invece, volete farne un antipasto sfizioso, friggetele in abbondante olio di semi e servitele tiepide.

Ingredienti per 5/6 persone:
– 500 gr di pane raffermo
– Latte q.b., all’incirca 250 ml
– 50 gr di Parmigiano o Pecorino grattugiato
– 1 uovo
– 80-100 gr di mortadella tagliata a cubetti
– 1 ciuffo di prezzemolo
– Sale q.b.
– Pepe q.b.

– Olio q.b.
– 1 spicchio d’aglio
– Polpa di pomodoro o pelati q.b., a seconda che vogliate farne il condimento per la vostra pasta o meno
– Qualche foglia di basilico

Procedimento:
1. Innanzitutto, private le fette di pane della crosta più esterna e dura e tagliatelo a tocchetti. Mettetelo in una ciotola e versateci sopra il latte. Non eccedete con il latte, il pane non deve galleggiare in esso, deve semplicemente essere reidratato e ridursi in poltiglia. La quantità di latte dipende anche dalla “durezza” del pane.

2. Quando il pane avrà assorbito tutto o quasi il latte, strizzatelo bene e trasferitelo in un’altra ciotola capiente. Unitevi il formaggio grattugiato, l’uovo, il prezzemolo tritato, la mortadella, il sale e il pepe. Mescolate fino ad ottenere un composto omogeneo e in grado di essere lavorato con le mani. Qualora dovesse risultare troppo asciutto o troppo molle, aggiungete un altro po’ di uovo nel primo caso e altro pane nell’altro.

3. Non appena l’impasto è pronto, prelevatene delle parti e, aiutandovi con i palmi, formate delle polpette della grandezza di una noce.

4.  Fate soffriggere l’aglio in una casseruola capiente e poi aggiungete le polpette. Fatele dorare su tutti i lati e solo dopo unite la polpa di pomodoro ed il basilico. Regolate di sale e fate cuocere per 40 minuti circa a fuco dolce. Le vostre polpette e il condimento per la vostra pasta sono pronti!

Tonia

Polpette di melanzane filanti al profumo di menta

DSC_0738firma

Ricetta improvvisata, foto improvvisata. Sapete che mi piace prestare attenzione alla presentazione dei miei piatti, ma quando hai famiglia che reclama la “pappa” e sei, per di più, in ritardissimo…diventa molto difficile dedicare del tempo all’impiattamento e alla fotografia!
Solo che il risultato di questa ideuzza last minute è stato sorprendentemente appetitoso e non potevo non postarvelo! Rimpiango solo di non aver  fatto più polpette, ne avrei mangiate a iosa!
Diciamo che la classica polpetta di melanzane risulta reinterpretata con l’introduzione del cuore filante e della menta al posto del prezzemolo.
Potete cuocerle anche al forno, saranno altrettanto gustose (ma sicuramente non così croccanti!).Provatele, ne vale davvero la pena!

Ingredienti per 2 persone:
– 300 gr di melanzane mondate
– 50 gr di pane raffermo
– 25 gr di Parmigiano grattugiato
– 20 gr di pecorino grattugiato
– 1 uovo piccolo
– 4 foglioline di menta fresca (o, in alternativa, essiccata)
– Scamorza passita a cubetti q.b. (uno a polpetta)
– Sale q.b.
– Pangrattato q.b.
– Olio di semi per la frittura q.b.

Procedimento:
1. Pulite le melanzane privandole delle estremità e della buccia. Tagliatele a dadini e sbollentatele per 5 min in acqua bollente.

2. Nel frattempo, tagliate il pane raffermo a tocchetti e frullatelo nel mixer. Mettetelo da parte.

3. Ora scolate le melanzane, strizzatele con le mani e frullatele nel mixer fino ad ottenere una purea. Unite il pane raffermo tritato, i formaggi, l’uovo, la menta e un pizzico di sale.

4 Quando tutti gli ingredienti saranno ben amalgamati, formate delle polpettine e, premendo con la punta dell’indice destro al centro di esse, formate un incavo dove posizionerete un cubetto di scamorza. Richiudete ciascuna polpettine e passatela molto bene nel pangrattato.

5. Friggete le polpettine in abbondante olio di semi e servitele ben calde.

Il cuore filante e il profumo della menta vi sorprenderanno!
Tonia