Gnocchi ripieni di spinaci al pesto

DSC_0475firma

Questo esperimento culinario (perché di un esperimento si è trattato) nasce da una doppia scoperta: lo gnocco ripieno, l’accostamento spinaci-pesto.
Lo ammetto, non sapevo esistesse l’idea dello gnocco ripieno. Ho visto il mio amato Luca Montersino preparare degli gnocchi ripieni di melanzane in una lezione di “Accademia Montersino” e mi si è aperto un mondo. Inizialmente, avevo pensato di farcirli con i carciofi, ma questa versione me la riservo per un giorno in cui mio marito è assente a pranzo. Lui detesta i carciofi, io li mangerei tutti i giorni: quando si dice “l’amore sboccia quando ci sono delle cose in comune”!
Luca Montersino, tuttavia, gli ha dato la forma di un raviolo, io ho preferito conservare l’aspetto tipico dello gnocco.
Quanto alla seconda scoperta, questo accostamento, probabilmente vecchio come il cucco e tipico di qualche regione, io non l’avevo mai sperimentato né gustato. Davvero niente male!
Nella lista degli ingredienti parlo di “pesto pronto” perché non è tempo di basilico, ma è chiaro che con un pesto fresco e fatto in casa è tutta un’altra storia.

Quando avrete un po’ di tempo da dedicare alla cucina, godetevi questo primo piatto sfizioso!

Ingredienti per 5 persone:

Per l’impasto:
– 800 g di patate
– 250 g di farina
– 1 uovo
– 1 manciata di Parmigiano

Per il ripieno:
– 90 g di spinaci
– 90 g di stracchino
– 70 g di ricotta
– 10 g di Parmigiano
– 1 pizzico di noce moscata
– Sale q.b.

– 200 g di pesto pronto
– Asiago q.b.

Procedimento:
1. Iniziate lessando le patate. Probabilmente non sapete che esiste un metodo molto veloce e pratico per farlo: al microonde! Scegliete delle patate piuttosto simili quanto a dimensioni, bucherellatele ben bene con una forchetta e rivestitele (singolarmente) con della pellicola alimentare. Sistematele sul vassoio del microonde e fatele cuocere per 10-15 minuti, girandole trascorsi 5-7 minuti. Questo sistema rivoluzionerà la vostra vita!

2. Nel frattempo, preparate il ripieno mettendo tutti gli ingredienti nel mixer.

3. Una volta cotte le patate, pelatele e schiacciatele ancora calde con uno schiacciapatate.
Versate la farina sulla spianatoia e aggiungeteci le patate (non calde), l’uovo, il Parmigiano e impastate fino ad ottenere un composto compatto ma allo stesso tempo soffice.

4. Per facilitare la comprensione della preparazione degli gnocchi, ho scattato delle foto.
Ricavate dall’impasto dei cilindri di circa 2 o 3 cm di diametro, lavorandoli con le mani sulla spianatoia, sempre infarinata. Tagliate dei pezzetti di 2 cm circa.
DSC_0466

Schiacciateli leggermente con le dita
DSC_0454

Farcitene la metà con il ripieno
DSC_0458
Sovrapponete quelli senza farcia e sigillate bene i bordi
DSC_0459

Arrotolateli, cercate di dargli una forma più tondeggiante e schiacciateli leggermente con i rebbi di una forchetta.
DSC_0464DSC_0476

5. A questo punto il gioco è fatto. Bollite gli gnocchi in acqua bollente salata (appena li buttate abbiate cura di scuotere solamente l’acqua dal fondo con un cucchiaio di legno, altrimenti si appiccicherebbero l’uno all’altro) e conditeli col pesto.

6. Terminate la preparazione con una bella grattugiata di formaggio Asiago.

Qualora dovessero avanzare degli gnocchi, o non voleste utilizzarli subito, potete congelarli, tenendoli distanti l’uno dall’altro e separando gli strati con carta da forno. Una volta congelati, li spostate in una bustina e li conservate in freezer fino a quando non ne avrete bisogno. Lessateli in acqua bollente senza scongelarli.

Tonia

Spinaci filanti

DSC_0447firma

Avete presente gli spinaci “4 salti in padella” della Findus? Esattamente quelli!
Un contorno in apparenza estremamente semplice, ma dietro al quale si nascondono alcune insidie che ne possono compromettere la perfetta riuscita. Ecco perché ho deciso di trascrivervi la mia personale versione che si basa sulla sola esperienza.

E’ assolutamente necessario utilizzare della mozzarella fresca, con una scamorza passita non potreste mai ottenere lo stesso risultato. Mentre la mozzarella fresca (o una fiordilatte, per intenderci) si scioglie completamente formando una cremina filante, la scamorza secca tende ad ammassarsi solo in alcuni punti e a creare l’effetto “gomma da masticare”.
Inoltre, il parmigiano presente in questa ricetta, dà quel sapore in più che li rende davvero irresistibili. Fidatevi, far mangiare gli spinaci ai vostri bambini non sarà più un’impresa impossibile!

Ingredienti per 3/4 persone:
– 400 g di spinaci puliti e lavati
– 25 g di burro
– 25 g di olio extravergine d’oliva
– 150 g di mozzarella fresca scolata
– 20 g di Parmigiano Reggiano
– Sale q.b.

Procedimento:
Pulite i vostri spinaci e lavateli accuratamente; sarà necessario farlo 3 o 4 volte perché gli spinaci sono generalmente pieni di terra.
Ponete sul fuoco una bella padella capiente (io uso una saltapasta) e metteteci dentro il burro e l’olio. Una volta che il burro si sarà sciolto completamente, unite gli spinaci e un goccio d’acqua. Coprite con un coperchio.
In questa fase gli spinaci saranno molto voluminosi e avrete difficoltà a rigirarli. Aspettate che appassiscano quelli che sono sul fondo e poi mescolate.

Lasciateli appassire completamente, rimestando di tanto in tanto, ci vorranno 5 minuti circa. Solo a questo punto, salate. E’ importante che saliate ora e non prima perché, facendolo quando gli spinaci sono ancora pieni di volume, rischiereste di eccedere col sale, non rendendovi conto della reale quantità di verdura da insaporire.

Una volta appassiti, togliete il coperchio e aggiungete la mozzarella a pezzetti e il Parmigiano. Fate cuocere senza coperchio fino a che la mozzarella non sarà totalmente sciolta e avrà formato una salsina bianca che ricopre uniformemente gli spinaci.

Servite immediatamente con una spolverata di Parmigiano.

Tonia